STATUTO SOCIETARIO

Questo sito web fa uso di cookies. Si prega di consultare la nostra informativa sulla privacy per i dettagli.

NOTA INTRODUTTIVA

Qui di seguito è pubblicato lo Statuto dell’ Associazione Sportiva Dilettantistica Volpiano Rugby, al fine di rendere pubblica la lettura dello stesso a tutte le persone interessate.  

Per eventuali contestazioni sarà preso come riferimento la copia cartacea del documento depositato presso l’Ufficio del Registro di Rivarolo Canavese (TO).

La presente pagina dovrebbe essere trascrizione fedele, salvo errori ed omissioni involontari.

Copia del menzionato atto è scaricabile al fondo di questa pagina.

 

In fede.                       .  

Il Presidente dell’ A.S.D. Volpiano Rugby.

STATUTO

(modificato dall’ Assemblea dei Soci il 17/03/2008)

Articolo 1 - Denominazione e sede 

E’ costituita, ai sensi  dell’ articolo 18 della Costituzione e degli  articoli 36 e seguenti del Codice Civile, l’ Associazione sportiva denominata “Associazione Sportiva Dilettantistica VOLPIANO RUGBY” con sede legale a Volpiano, in via Torino  1.

 

 

Articolo 2 - Scopo  

 

 

Articolo 3 - Durata 

La durata dell'Associazione  è illimitata e la  stessa potrà  essere  sciolta solo con delibera dell'assemblea straordinaria degli associati.

 

 

Articolo 4 - Domanda di ammissione 

 

 

Articolo 5 - Diritti dei soci 

 

 

Articolo 6 - Decadenza dei soci 

1. I soci cessano di appartenere all' Associazione nei seguenti casi:

A.  dimissione volontaria con comunicazione scritta al consiglio direttivo;

B. morosità protrattasi per oltre quattro mesi dalla scadenza del versamento richiesto della quota associativa;

C. radiazione deliberata dalla maggioranza assoluta dei componenti il consiglio direttivo, pronunciata contro il socio che commette azioni entro e fuori dall' Associazione ritenute contro gli scopi statutari (art. 2), o che, con la sua condotta, costituisce ostacolo al buon andamento del sodalizio.

D. scioglimento dell'Associazione ai sensi dell'art. 26 del presente statuto.

2. Il provvedimento di radiazione di cui alla precedente lettera c), assunto dal consiglio direttivo deve essere ratificato dall'assemblea ordinaria. Nel corso di tale assemblea, alla quale deve essere convocato il socio interessato, si procederà in contraddittorio con l'interessato a una disamina degli addebiti. Il provvedimento di radiazione rimane sospeso fino alla data di svolgimento dell'assemblea.

 

 

Articolo 7 - Organi 

Gli organi sociali sono: a) l'assemblea generale dei soci; b) il Presidente;  c) il Consiglio Direttivo; d) Collegio dei Probiviri; e) Comitato tecnico organizzativo; f)  Collegio dei Revisori dei Conti.

 

 

Articolo 8 - Funzionamento dell'assemblea 

 

 

Articolo 9 - Diritti di partecipazione 

 

 

Articolo 10 - Assemblea ordinaria 

 

 

Articolo 11 - Validità assembleare 

 

 

Articolo 12 - Assemblea straordinaria 

 

 

Articolo 13 - Consiglio direttivo 

 

 

Articolo 14 - Dimissioni 

 

 

Articolo 15 - Compiti del Consiglio Direttivo 

Sono compiti del consiglio direttivo:

a) deliberare sulle domande di ammissione dei soci;

b) redigere il bilancio preventivo e quello consuntivo da sottoporre all'assemblea;

c) fissare le date delle assemblee ordinarie dei soci da indire almeno una volta all'anno e convocare l'assemblea straordinaria.

d) redigere gli eventuali regolamenti interni relativi all'attività sociale da sottoporre all'approvazione dell'assemblea degli associati;

e) adottare i provvedimenti di radiazione verso i soci qualora si dovessero rendere necessari;

f) attuare le finalità previste dallo statuto e l'attuazione delle decisioni dell'assemblea dei soci;

g) stabilire la quota associativa annua, previa ratifica dell'assemblea degli associati.

 

 

Articolo 16 - Il Presidente  

 

 

Articolo 17 - Il Vicepresidente 

Il Vicepresidente sostituisce il presidente in caso di sua assenza o impedimento temporaneo ed in quelle mansioni nelle quali venga espressamente delegato.

 

 

Articolo 18 - Il Segretario e il Tesoriere 

 

 

Articolo 19 -  Collegio dei Probiviri e relative funzioni  

E’ istituito il collegio dei probiviri. Tale organo interpreta e risolve dubbi di interpretazione dello statuto e  dei  regolamenti e, se richiesto, decide, in prima istanza, in via  bonaria  e  senza  formalità  di procedura, qualsiasi controversia interna, in tema di rapporti associativi, che possa sorgere tra i soci, tra questi  e qualsiasi  organo  dell'associazione  e  tra i componenti degli organi sociali. Il Collegio dei probiviri è composto da tre membri effettivi e due supplenti, eletti dall' assemblea ordinaria. I suoi  membri durano in carica tre anni e sono rieleggibili. In caso di decadenza o dimissione di un membro effettivo, subentra il membro supplente più anziano, che dura in carica, a sua volta, fino alla scadenza del mandato. Per la validità delle riunioni è necessaria la presenza totalitaria del collegio, e le delibere vengono adottate a maggioranza. Il collegio dei probiviri è presieduto dal membro più anziano. Il collegio si riunisce, ogni qualvolta vengano sottoposte questioni al suo esame, su convocazione del membro più anziano, fatta anche in modo informale e telefonico, purchè almeno sette giorni prima della data fissata.

Ai membri del collegio dei probiviri non spetta alcun compenso né alcun rimborso spese per l'esercizio delle loro funzioni. Chi presiede il collegio comunica per iscritto all'interessato o agli interessati le deliberazioni assunte, inviandone una copia per conoscenza al presidente dell'associazione e conservandone una copia agli atti.

 

 

Articolo 20 -  Collegio dei Revisori dei Conti  

 

 

Articolo 21 - Il rendiconto 

 

 

Articolo 22 - Anno sociale e anno finanziario 

L' anno sociale inizia il 1° luglio e termina il 30 giugno dell’ anno successivo. L'esercizio finanziario coincide con l’ anno solare. Il bilancio preventivo e quello consuntivo si riferiscono all’ anno solare.

In aggiunta a tali bilanci, al termine di ogni anno sociale, tutti i dati della stagione appena conclusa si raccolgono in un bilancio generale dell’ attività svolta (che comprenda, accanto al quadro economico, anche un quadro della situazione complessiva dell’ associazione), in modo da poter consentire una precisa valutazione dell’ anno sociale precedente.

 

 

Articolo 23 - Patrimonio 

I mezzi finanziari sono costituiti dalle quote associative determinate annualmente dal consiglio direttivo, dai contributi di enti - pubblici e privati - ed associazioni, da lasciti e donazioni, dai proventi derivanti dalle attività organizzate dall'Associazione e da eventuali beni mobili e immobili di proprietà dell'Associazione sportiva ad essa pervenuti a qualsiasi titolo.

 

 

Articolo 24 - Clausola compromissoria 

In via definitiva e inappellabile, tutte le controversie insorgenti tra i soci, tra l'Associazione ed i soci, e tra gli organi sociali in senso ampio (comprese le controversie che investono i rapporti tra i componenti di uno stesso organo o di diversi organi sociali), saranno devolute all'esclusiva competenza di un collegio arbitrale, che tutti i soci si obbligano ad accettare. Il collegio arbitrale sarà costituito da tre componenti, due nominati - uno per ciascuna - dalle parti, ed il terzo con funzioni di Presidente del Collegio, scelto di comune accordo. Agli arbitri è riconosciuto il solo rimborso delle spese per l’opera prestata. Si applica, ove compatibile, la disciplina del codice di procedura civile in tema di arbitrato.

 

 

Articolo 25 - Comitato tecnico organizzativo 

E’ istituito un Comitato tecnico organizzativo composto da persone che si impegnano negli aspetti gestionali ed organizzativi relativi alle diverse attività dell’ Associazione comprese la realizzazione e la partecipazione a manifestazioni ed eventi. Di tale Comitato fanno parte anche rappresentanti degli atleti. La disciplina analitica di tale organo E’ rinviata al Regolamento generale dell’ Associazione.

 

 

Articolo 26 - Scioglimento 

 

 

Articolo 27 - Norma di rinvio 

Per quanto non espressamente previsto dal presente statuto si applicano le disposizioni dello statuto e dei regolamenti delle federazioni sportive alle quali l'Associazione deciderà di affiliarsi e, in subordine, le norme del Codice Civile.

 

 

Articolo 28 - Norme transitorie 

© ASD VOLPIANO RUGBY.  All rights reserved.  All logos and names mentioned are of their respective owners.

Questo sito web fa uso di cookies. Si prega di leggere con attenzione questa pagina per maggiori dettagli.